Lo spazio – Le esposizioni d’Arte

Qualcuno entrando ha detto: “questo è un paese!”

In effetti la sede del nostro Teatro si sviluppa su più livelli (sopra, sotto, ancora più sotto… e anche su!) e  con tutte le sale, salette, il vasto cortile, l’immensa magnolia, il pino verticale, somiglia davvero ad un piccolo paese della trasformazione ad intenso traffico creativo.

Esposizioni d’Arte

Tre sale sono state dedicate alle esposizioni d’Arte: Sala Bunker; Sala Tortuga; Sala Energa. Di seguito i dettagli sulle esposizioni attualmente presenti. (le foto nella pagina per singolo artista rappresentano solo alcune delle opere esposte).

Il giardino dei ricordi, dove fiorisce la vita

Nel foyer si trova il giardino dei ricordi. Si tratta di un luogo in cui potete scrivere il ricordo più antico della vostra vita, riporlo in un contenitore-nido e in cambio prendere una parola dal porta tesserini della ex fabbrica (reperto originale). “Sin memoria me morìa”. Senza memoria sarei morto. E’ una frase che sentirete dire spesso alla direttrice Ornella Bonventre. Tutta la vita non è che memoria, il resto sono i buchi neri dell’esistenza.

Le visite guidate

E’ possibile visitare il teatro, le esposizioni e il giardino della memoria secondo il seguente calendario: Lun-Mar-Giov dalle 15:00 alle 20:00 – Merc dalle 19:00 alle 21:00  –  Ven-Sab-Dom dopo gli spettacoli.

Le esposizioni d’Arte

Artisti: Davide Magliacano; Antonella Lodedo; Stefania Blasutti

_________________________

Sala Bunker – DAVIDE MAGLIACANO

“Babel. Floating Cities”

Desolate monuments of a decadent civilization, crowded climbing and clinging to the sky in hectic search for a crack for a breath of air.
In the enormous deserted buildings from time to time you will discover traces of life. The brisk pace of the windows and balconies is interrupted by a flag, clothes hanging, smoke from a fireplace, a shadow along a corridor suspended in nothingness. The dark bowels of every “Babel” teeming with busy life and shy, which animates every corner of the structures with traces of everyday life.
Layers of civilization and architectural styles coexist side by side expressing their individuality and belonging without prevail over others in a constant succession of colors and shapes that find harmony in their chaos.

http://www.davidemagliacano.com

________________________________________________________________

Sala Tortuga – ANTONELLA LODEDO

“Feeling to be a DRAG KING”

Esiste un mondo complementare  e parallelo a quello delle Drag Queen; si chiamano Drag King e sono donne o talvolta trans-sessuali, che si esibiscono in abiti maschili.Per alcune di loro alla base di questa scelta c’è la ricerca del proprio lato maschile, per altre un semplice gioco mimetico, per altre ancora significa potersi guardare ed esprimere in un’altra dimensione. La giovane fotografa Antonella Lodedo ha seguito il Kollettivo Drag King, che va in scena al Teatro Ringhiera e sarà ospite con il nuovo spettacolo al Tac Teatro tutti i venerdì di maggio, durante le numerose prove in teatro e spettacoli concentrandosi però sui momenti che precedono l’entrata in scena: il trucco, la vestizione, la concentrazione alla ricerca del personaggio. Ha quindi scelto di esporre e di condividere con il pubblico alcune di queste immagini e le parole delle protagoniste, con l’intento di raccontare il fenomeno, di spiegare le motivazioni che hanno portato ognuna di loro a esibirsi e a riunirsi in un collettivo artistico e, più in generale, per indagare senza giudizio e senza preconcetti le ragioni umane che ispirano questa pratica, regalandoci bellissmi ritratti. (Paola Riccardi)

_________________________________________________________________

Sala Energa – STEFANIA BLASUTTI

“LE DONNE -lotta-protesta-trasformazione”

Dipingo le Donne…vorrei abbracciarle tutte; quelle che ho vissuto, quelle che non ho mai incontrato e quelle che non rincontrerò mai. Vorrei stringerle a me e ringraziarle per ogni piccola o grande cosa che inconsciamente mi hanno insegnato.

Spero che le mie tele siano un messaggio preciso, un invito alla ribellione per chi subisce ogni forma di violenza, un invito a urlare!

I diritti delle donne sono una responsabilità di tutto il genere umano; lottare contro ogni forma di violenza nei confronti delle donne è un obbligo dell’ umanità, il rafforzamento del potere di azione delle donne significa il progresso di tutta l’ umanità.

(Stefania Blasutti)

 

Annunci